Nonostante il periodo così strano che stiamo vivendo, ognuno di noi ha voglia di riprendere le proprie abitudini, con le adeguate precauzioni ovviamente, in modo da ridare il giusto ordine alla propria vita.

L’emergenza Covid non ha infatti scalfito la nostra voglia di festeggiare, anzi, il periodo di lockdown ci ha reso più consapevoli che non possiamo fare a meno della vicinanza delle nostre famiglie e degli amici.

Ed è per questo che anche Fiorenza Chiara e Gianluca hanno deciso di non rimandare più il giorno fatidico delle loro nozze, celebrato alla fine di luglio.

Appassionati da sempre di cinema e grandi divoratori di film, la scelta del tema del loro matrimonio non poteva essere che il grande schermo.

Per il loro matrimonio ci siamo occupate di tableau, segnatavoli e angolo photo booth.

Abbiamo creato il tableau utilizzando una cornice bianca, una base in juta chiara, ciak neri e bianchi riprodotti su carta perlata, ticket in carta kraft, su cui abbiamo riportato una frase cult del film associato ad ogni tavolo e, a completare lo sfondo, alcune stelline glitterate oro, piccole cineprese e riccioli di pellicola.

Per i segnatavoli abbiamo preparato delle classiche cornici bianche con le stampe delle locandine dei film.

Per l’angolo photo booth, infine, abbiamo realizzato guest book con copertina personalizzata, istruzioni, props e qualche gadget.

Per pennarelli e tratto pen abbiamo applicato a due portapenne due diverse tag, pennarelli usati e pennarelli da usare, e nelle istruzioni abbiamo invitato gli ospiti ad utilizzare, tra una foto e l’altra, il gel disinfettante per sanificare le mani, al fine di rendere anche questo momento sicuro e spensierato.

Tornare a creare insieme ci ha reso davvero felici e speranzose che il futuro che ci attende, per quanto incerto, sarà una sfida che siamo pronte ad affrontare, sostenendoci l’un l’altra, come e più di prima.

Con l’augurio che le videochiamate e i compleanni virtuali vissuti nel 2020 restino solo un ricordo, ci prepariamo per i prossimi festeggiamenti…in carne e ossa!!

A presto, 
Le Cappellaie Matte